Vai al contenuto
Home » Blog » Addio a Ernesto Abaterusso. Il commosso saluto della politica

Addio a Ernesto Abaterusso. Il commosso saluto della politica

  • Salento

Si è spento all’età di 66 anni Ernesto Abaterusso, nato a Patù il 18 febbraio del 1956. Laureato in scienze politiche. È stato impegnato nella cooperazione agricola nel settore ortofrutticolo, olivicolo e tabacchicolo.

In politica ha rivestito il ruolo di consigliere della Provincia di Lecce dal 1985 al 1990 e dal 1990 al 1992 e sindaco di Patù dal 1988 al 1993 e ancora dal 1993 al 1997.

Alle elezioni politiche del 1992 è stato eletto alla Camera dei Deputati nelle liste del Partito Democratico della Sinistra nel collegio di Lecce, Brindisi e Taranto e successivamente, nel 1996, nel Partito dei Democratici di Sinistra – Ulivo nel collegio di Tricase. Ha ricoperto il ruolo di Deputato fino al 2001. In entrambe le legislature è stato membro della XIII Commissione permanente all’agricoltura.
Nel 2015 è eletto consigliere regionale nella circoscrizione di Lecce per lista del Partito Democratico, è risultato il secondo più suffragato di Puglia e attualmente è al suo primo mandato in Consiglio regionale della Puglia. È vicepresidente della Commissione consiliare allo sviluppo economico e componente delle Commissioni consiliari agli Affari Generali e al Lavoro e Formazione professionale.

Dal marzo 2017 era Presidente del Gruppo consiliare Articolo 1 – Movimento Democratico e Progressista. Da subito ha abbracciato il movimento lanciato da Massimo D’Alema di cui diventa Capogruppo.

Ad inizio 2020 fonda, insieme ai colleghi Pino Romano, Alfonso Pisicchio, Peppo Turco, Sabino Zinni e Mino Borraccino il gruppo consiliare “Senso Civico, Nuovo Ulivo per la Puglia”.

È autore del libro autobiografico “Una sola passione”.

Le parole del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano

“La scomparsa di Ernesto Abaterusso mi addolora profondamente, se ne va un compagno di tante battaglie per la Puglia, legatissimo alla sua terra e ai valori che hanno ispirato tutta la sua vita professionale e politica. Passione politica e concretezza delle azioni, difesa dei propri ideali e capacità di giocare in squadra per raggiungere obiettivi sempre orientati al bene comune, sono qualità che tutti gli riconoscevano. Ci mancherà. Alla moglie, ai figli Enrico e Gabriele, a tutti i suoi cari giunga la mia commossa vicinanza”. Sono le parole di cordoglio del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano per la scomparsa di Ernesto Abaterusso.

Le parole del Presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva

“Con la scomparsa di Ernesto Abaterusso va via un pezzo di tanti di noi.
Un politico vero, appassionato, difensore di una terra che anche attraverso il suo impegno ha saputo riscattarsi e aprirsi a nuovi orizzonti..
Se in ogni politico ci fosse un pò di Ernesto, la politica sarebbe migliore.
Ernesto, proveremo ad attuare ciò che col tuo esempio ci hai insegnato.
Oggi sicuramente è una grave perdita per la sinistra italiana”.

Le parole di Lino Luperti – Movimento Regione Salento

Oggi è davvero una brutta giornata per l’intero Salento. Si è appena diffusa la notizia della morte di Ernesto Abaterusso. Ho avuto modo di interloquire in più occasioni con lui, sia nel suo ruolo di Presidente di Italia Navigando che come esponente politico della sinistra pugliese. Si poteva anche non essere d’accordo con le sue idee e le sue azioni, ma quello che mi ha sempre colpito di Ernesto era la sua caparbietà, la grande passione politica ed anche la capacità di ascolto. Nel periodo in cui ho ricoperto l’incarico assessorile al Comune di Brindisi ha lavorato da consigliere regionale per sostenere le nostre istanze ed ha difeso Brindisi come se fosse la sua Patù. Ha partecipato attivamente al dibattito politico fino all’ultimo ed è andato via da combattente e da sostenitore convinto delle sue idee.
Un abbraccio fin lassù caro Ernesto. Che la terra ti sia lieve.

Le parole del consigliere regionale Paolo Pagliaro

“Questa è una di quelle notizie che non si vorrebbero mai ricevere: a soli 66 anni ci lascia Ernesto Abaterusso.
Ernesto ha rappresentato un punto fermo della Politica e ha svolto con impegno e passione i suoi ruoli. Lascia un doloroso vuoto in tutto il panorama politico.
Alla sua famiglia e alla comunità di Patù e al suo sindaco, il figlio Gabriele Abaterusso, giungano le mie più sincere condoglianze”.

Le parole del presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia Paride Mazzotta

“Esprimo un profondo cordoglio per la scomparsa dell’amico Ernesto Abaterusso, politico appassionato e persona perbene. A tutta la sua famiglia va la mia sentita vicinanza, nella certezza che non dimenticheremo l’impegno e la concretezza con cui ha interpretato sempre il suo percorso politico”.

Le parole del Sindaco di Lecce Carlo Salvemini

Apprendo con profondo dispiacere della scomparsa di Ernesto Abaterusso, protagonista per tanti anni della politica salentina, punto di riferimento per tanti cittadini nella nostra provincia nei diversi ruoli istituzionali e politici che negli anni ha ricoperto nel suo territorio, a Bari, a Roma. Alla sua famiglia, a Gabriele , ai suoi compagni, alla comunità di Articolo 1 e ai tanti amici che lo ricordano con affetto in queste ore giungano le mie più sentite condoglianze.

Le parole del collega di partito e deputato Roberto Speranza

Con Ernesto Abaterusso se ne va un valoroso uomo della sinistra italiana, innamorato del mezzogiorno e della sua Puglia. Resta indelebile il lascito delle sue battaglie contro ogni prepotenza e sempre orgogliosamente a difesa dei più deboli. Mi mancherai.

Le parole di Articolo Uno

La comunità di Articolo Uno Puglia piange la scomparsa del Segretario regionale Ernesto Abaterusso. Oggi perdiamo un uomo tenace che ha sempre creduto nell’importanza dell’impegno civico al servizio della Puglia e dei pugliesi e che ha fatto della difesa dei più deboli un imperativo morale. In questo momento di incredibile dolore, insieme alle tante persone che lo hanno conosciuto e che con lui hanno combattuto numerose battaglie, ci stringiamo alla sua famiglia per condividere la perdita di un uomo buono e custodire il ricordo e l’esempio che ha in tutti noi ha lasciato.

Condividi