Carabinieri, due giovani tavianesi finiscono alle sbarre

A Taviano i militari della locale stazione di carabinieri, coadiuvati dai colleghi dell’aliquota operativa della compagnia di Casarano, in ottemperanza all’ordinanza di esecuzione per la carcerazione, emessa dal Tribunale di Lecce, hanno tratto in arresto per associazione a deliqnuere, furto aggravato, continuato ed in concorso Nicholas Lezzi, 22enne del posto, sottoposto agli arresti domiciliari per stessa causa.


Il provvedimento scaturisce a seguito della sentenza definitiva a carico del giovane in relazione ai reati accertati attraverso l’indagine denominata “Ali Baba” svolta dalla compagnia dei carabinieri di Casarano (le). Il giorno 21 febbraio di quest’anno furono eseguite le misure cautelare emesse dalla procura della repubblica di Lecce e, il 28 agosto 2018 gli stessi militari, a seguito di ulteriori accertamenti, hanno notificato ad altri 11 soggetti l’avviso di conclusione delle indagini.
L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato condotto presso la casa circondariale di Lecce dove dovrà scontare la pena residua anni 2 e mesi 2 di reclusione, nonché’ il pagamento 1.000 euro di multa.

Sempre a Taviano i militari della locale stazione carabinieri, hanno tratto in arresto per il reato di atti persecutori, Daniel Gaetani, 23enne, del posto.
Il provvedimento scaturisce a seguito della comunicazione all’autorità giudiziaria da parte dei militari operanti di reiterati comportamenti persecutori quali minacce, aggressioni e danneggiamenti, posti in essere dal reo nell’arco temporale dicembre 17 – giugno 18 nei confronti ex fidanzata 19enne di Taviano. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato condotto nel carcere di Lecce.

Condividi
  • 8
  •  
  •  
  •  

Potrebbero interessarti anche...